Wedding

L’emozione di sposarsi in Puglia

12 febbraio 2021

Argomento di oggi?  Destination Wedding. 

Ci siamo sempre chieste cosa spingesse una coppia straniera a decidere di sposarsi in Puglia. É per questo che abbiamo voglia di farvi sognare raccontandovi una storia d’amore, oltre continente. 

Parliamo di Hala e Ayham, una coppia di origine siriana che, solo ed esclusivamente per amore per la nostra regione, ha deciso di dare vita ad una nuova famiglia proprio in una Masseria a Mola di Bari, a Tenuta Pinto.

Ci sembrava così curioso che due giovani ragazzi dalla Siria volessero sposarsi in Puglia. Beh, effettivamente siamo assolutamente consapevoli che non ci sia regione migliore della nostra per vivere il matrimonio in stile tradizionale ma arrivare a pensare che qualcuno volesse viaggiare così a lungo per coronare un sogno, era concepito come pura follia per noi. 

Eh invece, tra curiosità - gioia - emozione, é accaduto per davvero; e noi non vedevamo l’ora di dare un volto a questa coppia poiché vista la distanza, ovviamente, prima di allora tra noi c’erano stati solo “incontri virtuali”. Ricordiamo perfettamente, quando, una mattina di un giovedì qualunque eravamo alla nostra postazione in ufficio ed ad un tratto, controllando la casella di posta in entrata, tra info e richieste generiche, vediamo la loro email in cui ci richiedono di fissare una visita in struttura per visionare il tutto. 

Con il cuore a mille é iniziata la nuova avventura; avevamo i brividi al solo pensiero di dover organizzare il matrimonio di una  coppia dalla cultura così diversa dalla nostra; grazie a loro abbiamo scoperto nuove tradizioni. Il nostro lavoro é soprattutto questo: emozioni allo stato puro. 

Siamo sempre alla ricerca di nuove meraviglie. Che monotonia sarebbe, se non fosse così? D’altronde tutto ciò che é standard non mi é mai piaciuto.

Dopo mille skype call, messaggi, mail é arrivato il grande giorno. Era il 18 Agosto del 2018, di una giornata super soleggiata. 

Il matrimonio era serale ed come tale, é stato pieno di magia. 

Un’unica tavolata a “ferro di cavallo” ha impreziosito il nostro uliveto; tocco chic: due candelieri di cristallo su un ulivo principale. La sposa Hala, elegantissima, ci teneva particolarmente ad un allestimento floreale sula tavola che lasciasse tutti senza parole. E così é stato, semplicemente mozzafiato.

Ricordo, quando, ad un certo punto della serata, tra le mille lucine c’é stato il loro primo ballo sulle note di una canzone tradizionale siriana. Sembrava di essere in un altro continente, credetemi. 

Durante la serata non sono mancati momenti “di rito” per la loro cultura, in cui tutti gli uomini hanno indossato abiti tradizionali per celebrare gli sposi. É stata davvero l’esperienza più incredibile che tutti noi di Tenuta Pinto abbiamo mai vissuto. Ne sono certa. 

Seppure sia passato del tempo da quel matrimonio ho ancora ricordi nitidi, in particolar modo dell’allestimento della torta. Una vintage naked cake é stata adagiata su un tavolo circolare, per Hala e Ayham; tantissime roselline cipria e lisiantus bianchi hanno colorato il setting. Ovviamente non sono mancate le romantiche candele, sul tavolo e sui barattoli appesi all’ulivo che gli sposi hanno scelto per la scenografia. 

A volte basta davvero poco per creare tanta meraviglia, non credete?

Potremmo stare a parlare per ore di questo matrimonio, così unico nel suo genere ma vogliamo che siate voi stessi a vivere queste emozioni, magari durante il vostro matrimonio.

Quindi, con la speranza di avervi trasmetto curiosità, non vi resta che venirci a trovare in Masseria, per iniziare a progettare il sogno che avete sempre desiderato! 

Chiara Pinto

Torna all'elenco articoli

NEXT La Tenuta che ha cambiato la vita di una Famiglia